Questa volta rispondiamo

Estropico ha cancellato l’articolo al quale questo post rispondeva, per cui il post e’ stato a sua volta cancellato

Annunci
  1. Nel mentre che ho ovviamente sottoscritto il comunicato di cui sopra, di cui condivido la responsabilità, a titolo personale ho qualche dubbio che nel caso di Fabio Albertario “Estropico” e Giovanni Stile “Tecnoumanista, etc. etc.” siamo di fronte ad “avversari politici” nel senso normale della parola.

    Ho l’impressione piuttosto che il loro costante, quanto unilaterale, “dibattito” con l’AIT appartiene a quel fenomeno che vede regolarmente fiorire intorno ai movimenti culturali, politici o religiosi che ambiscono a trasformazioni radicali individui o gruppuscoli scissionisti, complottisti, “extraparlamentari”, pretesamente “puristi”, etc., che in realtà esistono ed agiscono in gran parte per puro risentimento, rivalità, frustrazione, etc., e che non possono fare a meno di tornare ad occuparsi ancora e ancora di ciò che davvero li tormenta.

    Anche se le posizioni espresse in tale piccolo giro sono spesso alquanto bizzarre (cfr. http://ieet.org/index.php/IEET/comments/hughes20091004/), le spiegazioni di queste cose alla fine sono sempre più psicologiche che ideologiche.

    Cfr. anche l’ultimo scomposto attacco contro Roberto Guerra, che ha avuto il solo torto di dare fiducia all’ufficialità “aperturista” del blogger suddetto volta ad arruolare consapevolmente o meno il maggior numero di persone possibile nelle crociate contro i mulini a vento di cui sopra per poi vedersi censurato ed escluso, e che viene oggi pubblicamente svillaneggiato solo perché si è permesso di criticare i commenti livorosi di chi continua ad esprimere enfaticamente “dubbi” e “preoccupazioni” su pubblicazioni che non si degna neppure di consultare di verificare il contenuto (tanto, si sa, “le opere del demonio contengono solo menzogne”…).

    • Vittorio Borghese
    • 6 febbraio 2010

    Ho trovato l’intervento di Roberto Guerra tutt’altro che aggressivo. Era ricco di ironia e senso dell’umorismo. Il che e’ cio’ che ci aspettiamo da Guerra, visto il suo talento poetico e il suo spirito battagliero (nomen omen). Dal canto suo, Estropico ha legittimanete espresso un parere nei confronti del libro di Riccardo Campa (anche se e’ sempre buona norma conoscere bene cio’ di cui si parla). Mi pare pero’ assurdo rivendicare per se la liberta’ di parola, di opinione, di critica – come fa Estropico – e volerla constestualmente negare agli altri. Se si getta il sasso nello stagno poi arriva l’onda. Chi ci tiene a vivere tranquillo, nascosto (come insegna Epicuro) non dovrebbe attaccare briga per primo.

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...